Navigation Menu+

Gaza: vivere nelle baracche vicino alla zona cuscinetto

Posted on 12 Ottobre 2015 in Gaza | 1 comment

12102015-DSC01656

Anche la mattina di lunedì 12 ottobre 2015, siamo andati a visitare le scuole e le famiglie con Sabah. Ci ha accompagnato anche suor Milagro. Ci siamo spinti fin nella zona cuscinetto, a poche centinaia di metri dalla barriera.

Prima tappa nella scuolina collocata a metà della Striscia, molto piccola. Raccoglie un centinaio di bambini di una zona molto depressa. Nei mesi scorsi è stato rifatto il tetto (era in amianto, sigh!) e un po’ di pavimentazione del cortile per permettere ai bambini di giocare. Siamo stati particolarmente colpiti dal sorriso di una bambina molto carina, sorda (la trovate nelle foto di sotto insieme a Lorenzo).

Seconda tappa a Musaddar, dal nostro amico Mahmoud che conosciamo da tanti anni. Questa zona è molto vicina al confine con Israele e quindi parecchie volte bersaglio dell’esercito israeliano. Abbiamo visitato alcune case, anzi baracche, collocate a poche centinaia di metri dalla barriera. Assi, teloni, onduline, e altro materiale di fortuna sono stati usati per costruire queste capanne, con tubature dell’acqua e impianti elettrici fatiscenti. Ci vivono famiglie disperate, che non hanno niente, spesso con qualche membro familiare malato, handicappato o anziano.

A fine mattina abbiamo attraversato il checkpoint di Erez per tornare a Gerusalemme. Sono stati quattro giorni dove abbiamo nuovamente toccato con mano la povertà assoluta di una grande fetta della popolazione di Gaza. Intanto da Gerusalemme e dal resto del paese, continuavano ad arrivare notizie drammatiche di accoltellamenti ed esecuzioni.

album (41 foto)

Response code is 404

Tag:, ,

«

1 Comment

  1. Siete sempre bravissimi
    Vi esprimiamo tutta la nostra ammirazione e la nostra vicinanza
    un saluto caro a Lorenzo
    Marinella e Franca – Gruppo Castellarano RE

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.