Navigation Menu+

La Roda

Posted on 5 Settembre 2011 in Le mie famiglie | 2 comments

La Roda è stata la nostra casa a partire dal 1979 quando ci trasferimmo da Lonato (BS) insieme alla famiglia Scanavini, quella della sposa novella Costanza. Era un’azienda di proprietà della famiglia della nonna paterna. Iniziò così una magnifica avventura. I nostri genitori si erano conosciuti al tempo dell’università a Milano. Sono così diventati agricoltori, permettendo a noi bambini di passare un’infanzia meravigliosa, in un luogo ideale per i giochi, le casette sugli alberi, le palafitte, i nascondigli nel fienile, le avventure segrete, le partite di pallone, le schettinate sull’aia, le acrobazie con la bicicletta per imitare Bo e Luke della contea Hazard.C’erano anche i lavori dei grandi a cui eravamo un po’ costretti a partecipare e dai quali cercavamo di sfuggire: la vendemmia, la raccolta dei pomodori e delle patate, le erbacce da estirpare nei campi, i tubi dell’irrigazione da posare… Ogni tanto si poteva guidare il trattore e allora era molto più divertente.

Ritornarci dopo tanto tempo (10 anni? non sono riuscito a risalire alla data dell’ultima visita, sigh!) è stato molto emozionante. Con il papà abbiamo fatto un giro per la corte, ricordandoci quando era piena di vita e piena di noi. Poi siamo andati in piazza a piedi per il matrimonio e abbiamo incontrato tante vecchie conoscenze. La più singolare quella della signora Rina, della casa di piazza della zia donatella. Era già vecchissima allora! Ho fatto qualche foto, che forse dicono qualcosa soprattutto a noi che ci abbiamo vissuto:

Album Picasa (54 foto) 

Tag:, ,

«

2 Comments

  1. ottimo lavoro! Grazie Andrea!!

  2. incredibile!!!! ma che posti da favola!!!! grazie per questo sprazzo di infanzia bergamini:) quasi mi commuovo vedendo le foto, mi immagino ad essere lì! un abbraccio!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.