Navigation Menu+

Stringere… e abbracciare!

Posted on 9 Giugno 2010 in Chiesa in Terra Santa, Spiccioli di vita in Terra Santa | 2 comments

Quanto ce ne sarebbe bisogno. Quanto siamo lontani. I morti delle navi verso Gaza (se ne avete voglia, scartabellate tra gli articoli di fine settimana, alcuni sono molto acuti) non smettono di denunciare l’impossibilità non sono di un abbraccio ma anche di una semplice stretta di mano. La visita del papa a Cipro mi ha preso parecchio tempo (se ne avete voglia scartabellate nel nostro dossier, specialmente tra le gallerie fotografiche). E’ stata molto intensa e bella. Era invitato dal patriarca ortodosso dell’isola, un’isola lacerata dalle divisioni. Ne è venuto fuori un viaggio pieno di ascolto e di richieste di aiuto reciproche.

Le nostre giornate invece sono piene di abbracci e begli incontri. Ho raccolto le foto lasciate indietro di queste settimane in questa galleria:

Album Picasa – photoblog maggio-giugno (50 foto)

Forse non vi avevo ancora segnalato l’ordinazione del nostro nuovo vescovo ausiliare di Gerusalemme, mons. William Shomali, di Beit Sahour. Un palestinese ben voluto da tutti. Un uomo di pace, molto attento e capace di ascoltare e incoraggiare. Al patriarcato è da qualche mese il mio superiore

Album Picasa ( 55 foto)

Tag:, , , , , ,

«

2 Comments

  1. Riguardo alla visita a Cipro del Papa, non capisco perché non si è denunciata l’infamia del muro che divide Nicosia, così anche la cancellazione di tutte le tracce cristiane a Cipro, ma anche in tutta la Turchia e nei territori che costituiscono l’Armenia storica. E poi cosa dobbiamo dire riguardo a Monsignor Luigi Padovese, ucciso nell’ambito di un omicidio rituale islamico? L’assassino prima di decapitare l’alto prelato ha gridato: “Ho ammazzato il grande satana! Allah Akbar!”.

  2. Cara Laura, se ne è parlato, forse non a sufficienza ma se ne è parlato.
    Il patriarca ortodosso, colui che ha invitato il papa, è stato molto esplicito (puoi leggere il suo discorso in inglese nel sito del patriarcato)-
    Mons. Padovese era uno dei principali vescovi del M.O. molto conosciuto e stimato. tutti lo hanno ricordato. Il suo brutale omicidio è stato uno shock per tutti (leggi il nostro articolo su di lui sempre su http://www.lpj.org).
    La visita non era alla Turchia, ma a Cipro e a quella parte di Cipro dove le chiese godono di una certa libertà e vitalità quindi è ovvio che i discorsi e le omelie riguardavano soprattutto loro.

    Sull’impulso del tuo commento dedico un post al vescovo assassinato.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.