Navigation Menu+

Tunnel di Ezechia Arrivo di Lella e Martina -Giobba –

Posted on 7 Agosto 2006 in Spiccioli di vita in Terra Santa | 0 comments

Lunedì 7 agosto 2006
Scusate l’intrusione ma il vostro Paperoga chiede di tirare un po il fiato e quindi lo sostituisco nella compilazione della cronaca.(io sarei Giobba).
Oggi la mattinata è trascorsa per me e Andrea nel modo più ordinario cioè stesi sui nostri letti raccontandoci vari aneddoti accaduti nei mesi passati alternati da ronfatine defatiganti.
Invece Lorenzo con i due fidanzati, a dir la verità un po perplessi si attrezzano per l’esplorazione del tunnel di Ezechia. Per chi non lo sapesse questo percorso è un poco accidentato va affrontato muniti di torce sapendo di dover dare qualche craniata visto lo spazio angusto in altezza. Inoltre il cammino è tutto in acqua a diverse profondità cosicchè ci si bagna a volte fino al “cavallo”. (Per ulteriori informazioni sul tunnel rivolgersi al diacono).

Dopo il pranzo Andrea si reca in patriarcato per il suo lavoro, da li si sposterà per accogliere LellaMartina le due iconografe mantovane che vengono per terminare l’abbellimento della cappella dei fratelli. A questo proposito: le icone sono veramente bellissime ed è un grande regalo poterle avere nel luogo in cui si prega.

La sera arriva anche Benedetto (Bobo). Si mette un po avanti perchè mercoledì arriva sua nipote col marito in viaggio di nozze. Io verso le cinque del pomeriggio mi muovo per andare dai miei amici argentini che abitano in un quartiere di Gerusalemme che si chiama Kiriat haYovel vicino ad Ein Karen.

Con Alessia passo prima per la città vecchia dove lei è invitata da una famiglia mormona. Mi vuole far vedere il panorama dal tetto della casa: è veramente incantevole! Proseguo per via Giaffa dove prendo l’autobus che in 45 minuti mi porta a destinazione. E’ l’ora di punta post-lavoro; ci sono tantissimi filippini e altri lavoratori asiatici.

La serata è bellissima Josè non cucina “asado” perchè è stanco e per un argentino per cucinare un bel pezzo di carne sulla” parilla” – la griglia – ci va almeno un ora. In compenso la Gra ha preparato ottime lasagne per 8 e a cena siamo in tre. Chiacchere fino a tardi e infine un Harrison Ford in inglese con sottotitoli in italiano. A un’ora imprecisata andiamo a dormire.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Tag:, , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.