Navigation Menu+

ultimo venerdì di Ramadam, cena dagli Zmora

Posted on 28 Ottobre 2005 in Palestina-Israele, Spiccioli di vita in Terra Santa | 0 comments

Venerdì 28 ottobre 2005

Non ho fatto la cronaca di ieri perchè non è stato un giorno molto interessante. Unico colpo di vita per me è stato andare ad Azzarie a provare le scarpe come quelle di Lorenzo (vedi foto lunedì 24 ottobre). Non avevano il mio numero (46). C’erano altri modelli che calzavano bene ma non molto adatti al mio modo di vestire (…). Ho fatto un po’ di spesa (una quindicina di Kg caricati sulle spalle…) e ho comperato una tastiera in arabo per il PC di Lorenzo. Ma la notizia più bella di questo giovedì è la letterona che abbiamo ricevuto dall’Italia da parte della Wanda e di altri amici (Veronica, Monica e Andrea, Maria e Sara Rimondi…). Ci ha fatto un enorme piacere!!!! Sono arrivate anche delle meravigliose foto, in particolare alcune del monsignorato di Giovanni. Le abbiamo appese solennemente in camera da letto. Le vostre lettere ci fanno molto piacere!

Ma torniamo a venerdì. Oggi è l’ultimo venerdì di Ramadam. Il passaggio di gente comincia prestissimo. E’ ancora più intenso di venerdì . Come sapete il venerdì i nostri bambini non vanno a scuola. Si alzano un più tardi e dalle 8 30 alle 9 giocano nel cortile, generalmente sotto i pini, sul prato verde. Guardate questo breve filmato (la qualità è molto scadente. l’ho fatto con la macchina fotografica) per rendervi conto della scena: si vedono e si sentono i bambini giocare e sullo sfondo, alla vostra destra, vicino alla siepe, le persone (soprattutto anziani e donne) che cercano faticosamente di scavalcare . Ho fatto anche alcune foto:



I giochi e sulla sfondo la gente che passa


Questi sono passati e si incamminano verso il prossimo muro da superare più in su.


I bambini osservano preoccupati


Dietro la rete si intravede la coda di persone in attesa di passare.

Un soldato sta fuori dal cancello e vede tutto. Impone alle suore però di tenere chiuso il cancello.


Arriva il furgone delle nostre suore. Devono fare attenzione alla folla presente in giardino.

Suor Lodi a destra e Suor Giuseppina a sinistra.

Suor Marie Noelle prova parla con i soldati presenti in strada (in francese!!).
Chiede loro di aprire il cancello e di lasciar passare la gente. I soldati non vogliono.

La gente continua a passare. Molte donne.

I soldati improvvisamente irrompono nel giardino in fianco al nostro e cacciano via tutti usando i cani.
La gente si disperde nel giardino, non tanto impressionata.

Questa situazione si protrae per tutta la mattina. Noi proviamo a studiare un po’. Nel pomeriggio invece ho un appuntamento con Raia e Eitan a porta Jaffa alle 16 30. In macchina saliamo a casa nostra dove Eitan non è mai stato. Come vi ho già detto loro sono stati timorosi di venire nel nostro quartiere perchè arabo. Ma Raia ha già rotto il ghiaccio, vedi 6 ottobre. Quindi oggi vengono insieme. Siamo molto felici di questa svolta.

Riusciamo a fare un bel giro sui tetti della casa delle suore e vediamo il meraviglioso panorama, mentre tramonta il sole. Ci convinciamo di abitare proprio in un bellissimo posto. Verso le 18 30 partiamo alla volta di Pisgat Zeev, dove abitano i nostri amici. Hanno preparato per noi una buonissima cena. Ci sono anche le due figlie gemelle Tali e Maya, 14 anni. Chiacchiere, ricordi (vediamo ben due album di fotografie del loro viaggio in italia del 2003)… Programmiamo per domani un viaggio turistico insieme nella zona di Bet Shemes, a sud ovest di Gerusalemme. Alle 22 ci riaccompagnano a casa.

Ho messo in rete l’audio della conferenza dell’associazione “the parents circle” del 7 ottobre. Chi vuole lo può scaricare.

Tag:, , , , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.