Navigation Menu+

Visita alle kehillot di Beer Sheva e Gerusalemme

Posted on 26 Dicembre 2014 in Spiccioli di vita in Terra Santa | 0 comments

26122014-DSC04887

Siamo scesi fino a Beer Sheva per portare l’icona scritta da Martina per la comunità cattolica di lingua ebraica, da pochi mesi sotto la guida di p.Piotr. Ne abbiamo approfittato per visitare il Tell dell’antichissima città, con il pozzo forse risalente addirittura ad Abramo!

In uno dei quartieri periferici, popolari, siamo andati a trovare le piccole sorelle. Una bella presenza, che dura da tanti anni, nascosta, in mezzo alla gente comune, composta in gran parte da immigrati. La mamma è ammirata: “Sono tre, in pensione, ma vivacissime. Ci hanno fatto vedere la loro casa e la loro cappella molto semplice, raccontandoci un po’ della loro straordinaria vita qui in Terra Santa”.

Nella sede della kehillà di Beer Sheva abbiamo incontrato il simpatico Piotr. Ci ha raccontato il suo servizio pastorale in questa città così ai margini dello stato di Israele ma con potenzialità e ricchezza importanti. Come capita nelle altre comunità di lingua ebraica, anche in questa sono tanti i gruppi, le lingue, le nazionalità che si alternano durante i giorni della settimana.

Piotr in questi mesi ha lavorato duramente per risanare la casa, pulire, rafforzare, rinnovare pareti e mobilio… con risultati notevolissimi! La cappella avrà al centro l’icona della trinità scritta dalla nostra Martina.

Dopo aver portato Lorenzo all’aeroporto dove doveva ricevere il suo nuovo gruppo, siamo rientrati a casa. Alla sera siamo andati alla kehillà di Gerusalemme, per la messa di S.Stefano e la cena di inizio del sabato. L’accoglienza di p.David, Benedetto, Claudia e gli altri amici è stata come sempre molto calorosa.

album picasa (21 foto)

Response code is 404

Tag:, , , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.