Navigation Menu+

Visita nella striscia di Gaza: ci accompagna Giovanni

Posted on 17 Dicembre 2009 in Chiesa in Terra Santa, Gaza, Tours | 0 comments

DSCN1151Sono passati diversi giorni dalla nostra visita di due giorni a Gaza con il nostro Giovanni, l’ormai famoso fondatore-superiore. Foto e video sono rimasti nel cassetto fino ad oggi! Sono finalmente riuscito a sistemarli e me ne servo per raccontarvi cosa abbiamo fatto e visto. Per me è stato particolarmente bello presentare a Giovanni i nostri amici di gaza, i padri della parrocchia, le suore e le nostre collaboratrici. Abbiamo goduto con lui della loro straordinaria ospitalità.

Il primo giorno abbiamo raggiunto suor Susan e padre Jean e con loro abbiamo visitato due delle scuole che aiutiamo e alcune famiglie povere nella zona centrale della striscia.

Video su Youtube

Il pomeriggio siamo andati in parrocchia e con Munib abbiamo fatto un primo giro in macchina per vedere un po’ la città. Ci siamo spinti fino alle rovine di Umm Amir che avete già visto in un altro video. La mattina dopo ancora con il nostro amico-guardiano tuttofare della parrocchia siamo arrivati fino a Rafah e siamo passati tra le centinaia di tende che coprono i famosi tunnel di collegamento con l’Egitto. Davvero impressionanti. Passando per il mare siamo tornati a casa.

Video (che dura in realtà solo 3 minuti ma misteriosamente si è duplicato) su Youtube

Nella scuola della parrocchia abbiamo celebrato la messa di mercoledì sera. La gente che partecipa alla liturgia è sempre numerosa e affettuosa. Il nostro Giovanni è stato salutato e omaggiato con molto calore. Anche i bambini delle suore di Madre Teresa ci hanno riconosciuto. Siamo stati con loro solo pochi minuti. Ecco l’ultimo video:

Video su Youtube

Per concludere un po’ di fotografie con qualche commento, come al solito attraverso un album della visita a Gaza con Giovanni

Tag:, , , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.