Navigation Menu+

Accoglienza del Sabato con Benny

Posted on 19 Marzo 2011 in Spiccioli di vita in Terra Santa | 2 comments

Il mio carissimo amico Benny ci ha accompagnato alla sinagoga per l’accoglienza del sabato. Eravamo un bel gruppetto misto, una ventina: il solito team patriarcato (!!), amici, suore, studenti del biblico… Siamo andati alla sinagoga chiamata “kol haneshama”, della corrente del ebraismo riformato, molto varia, accogliente e aperta. Tutti sono ben accolti, questo è un po’ il motto di questa comunità. Insieme a noi c’erano altri gruppi cristiani. Ho intravisto dei pacifisti incontrati nella manifestazioni contro l’occupazione. Avevo già avuto modo di partecipare alla preghiera in questa sinagoga in un altro paio di occasioni e questa sensazione di apertura e accoglienza è rimasta viva.

Benedetto ci ha fatto spiegato la storia e la natura di questa comunità e della preghiera dell’accoglienza del sabato. Canti, salmi, melodie orecchiabili hanno allietato il nostro cuore facendoci gustare con quanta partecipazione, attesa, gioia gli ebrei celebrano il sabato, giorno consacrato al Signore! Con nostra meraviglia, il canto finale è una melodia di Taizè! Finita la preghiera siamo andati alla kehillà di Gerusalemme, la comunità cattolica di lingua ebraica, dove abita Benny e li abbiamo consumato una sontuosissima cena a base di spaghetti all’aglio, olio e peperoncino! Benedizione della mensa, del vino (kiddush) e del pane… in ebraico ancora grazie al nostro rabbi Benny!  Grazie!

Una bella serata, con un assaggio dell’universo ebraico, un po’ lontano dagli ambienti che frequentiamo di solito. Ecco qualche foto della cena:

Album  (11 foto)

Tag:,

«

2 Comments

  1. Grazie mille a voi! è stato un piacere avervi ospiti a casa e soprattutto sono stato felicissimo che abbiate goduto dell’esperienza in sinagoga… ero un po’ preoccupato all’inizio, ma poi mi rendo conto che dove soffia lo Spirito, gli uomini di Spirito non possono non riconoscerlo!! Todah rabbah ve shavua tov le kulam.

  2. Condivisione spirituale, preghiera in comune e poi spezzare il pane con i propri amici … che cosa c’è di più bello?
    Un abbraccio fraterno a tutti.
    Vasco.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.