Navigation Menu+

Consultiamo due archeologi famosi a Gerusalemme

Posted on 22 Novembre 2009 in Gaza, Tours | 4 comments

jeanbaptistehumber-lorenzo

Ricordate che durante l’ultima visita a Gaza visitammo Umm Amir, senza sapere che cosa fosse? Beh… abbiamo pensato che potevamo chiedere aiuto a qualche archeologo famoso di Gerusalemme, affinchè ci desse qualche indicazione su cosa c’è da vedere, cosa conviene visitare, a chi chiedere aiuto per trovare i posti. Allora ho scritto a Padre Eugenio Alliata, francescano, professore alla Flagellazione, una mia conoscenza blogger perchè ogni tanto mette gli articoli del mio blog nella rassegna stampa del sito della Custodia (che onore!). E’ stato facile contattarlo e ricevere una pronta risposta. E’ una persona molto disponibile.

andrea-eugenioalliata-lorenzo

Avendo Alliata poca esperienza diretta di Gaza (non ci va da 29 anni!) ci ha indicato Jean-Baptiste Humbert, l’archeologo dell’École Biblique, che ha lavorato per anni da quelle parti. Così domenica scorsa abbiamo avuto l’invito sia alla messa sia al pranzo domenicale all’École Biblique. P. Jean-Baptiste è un uomo concreto, asciutto, di poche parole ma molto accogliente. Sigaro, tazza di caffè e ciabatte infradito… sembra un archeologo uscito da un film di Indiana Jones. E’ stato molti anni a Gaza ed è lui che ha guidato e portato avanti gli ultimi e più importanti scavi. Nella foto seguente è il primo a sinistra, vicino a Tommaso e a Riccardo.

humber-tommaso-riccardo

Ci ha fatto vedere il museo della scuola, il laboratorio dove studiano i reperti trovati nelle varie campagne di scavi (i domenicani furono i primi a scavare a Qumran… e sono quelli che hanno studiato la nostra grotta!). Ci ha mostrato un paio di bei libri: il catalogo della mostra  “Gaza à la croisée des civilisation” Ginevra 2007 e uno sugli scavi fatti da lui stesso.

lorenzo-alliata

Il venerdì successivo invece siamo stati alla Flagellazione da Padre Eugenio. Abbiamo visto con lui gli oggetti provenienti da Gaza custoditi nel museo (lampade, pesi per i commercianti, una lapide con una bella croce, ecc.). Abbiamo approfittato della gentilezza di Alliata per vedere altre cose interessantissime della raccolta francescana (ad esempio il tesoro di Betlemme!). Poi siamo saliti sulla terrazza del convento che offre una vista meravigliosa sulla città vecchia e sulla spianata. Lorenzo non si è lasciato sfuggire l’occasione per discutere della famosa grotta sotto casa nostra. Per trovare qualche risposta abbiamo consultando con lui antichi documenti custoditi nella memoria, quasi infinita, del suo computer. Ma di questo parleremo un’altra volta!

Tag:,

«

4 Comments

  1. non nascondo di aver provato una GRANDE invidia nel leggere queste notizie di vostre opportunità di vedere e approfondire la storia archeologica della Palestina. I “cocci” suscitano im me un grande interesse, quindi prima o poi sopporterete una mia richiesta di approfondimenti. ciao ciao, Maura

  2. Anche da parte mia un po’ di invidia soprattutto per la possibilità di vedere luoghi, come la grotta accanto a casa vostra, che ci riportano veramente al tempo di Gesù, perchè rimasti tali.
    Grazie comunque per le informazioni e i racconti che mi fanno sentire ancora un po lì.
    ciao patrizia

  3. il nome di padre francesco alliata mi ha ricordato il mio primo viaggio a gerusalemme nel 1974, … la passione per l’archeologia mi fece comprare due importanti suoi libri. Un forte abbraccio e … continuate a cercare!

  4. a me piace tanto l’archeologia, per questo quando sarò grande di lavoro ferò proprio l’ archeologa,voglio scoprire tantissime cose nuove e viaggiare moltissimo.
    Beati voi, archeologi che in questo momento state scoprendo cose nuove.
    Sono molto invidiosa di voi.
    Spero che vi stiate divertendo a scoprire oggetti del passato,vi prego rispondetemi e datemi dei consigli per diventare una buona,brava,famosa archeologa DI TUTTI I TEMPI!!!…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.