Navigation Menu+

Italogis 2013: Rosh hanikra, Bir’am e Tzfat

Posted on 5 Aprile 2013 in Tours | 0 comments

21032013-DSC08429

Facendo ordine nel computer, ho trovato alcuni album di foto del viaggio del papà e della mamma, nel lontano marzo 2013. Facemmo tre giorni in Galilea alla ricerca di luoghi meno conosciuti.Il primo giorno visitammo le località al confine con il Libano: Rosh hanikra, Bir’am e Tzfat.

Rosh hanikra

Un promontorio roccioso con grotte sul mare, che segna il confine con il Libano. Le grotte sono state scavate dall’azione del mare nel corso di vari millenni. La lunghezza totale è di circa 200 metri (!!). Esse sono costituite da diversi tronchi che si diramano in varie direzioni con alcuni segmenti di interconnessione. In passato, l’unico accesso alle grotte era dal mare, oggi una funivia permette di accedere facilmente alla zona da visitare. Fu costruita dagli inglesi una serie di gallerie per la ferrovia che doveva collegare il Libano alla Palestina.

Bir’am

Il villaggio cristiano maronita, famoso perché fu evacuato con la forza dall’esercito israeliano il 13 novembre 1849, e distrutto dall’aviazione militare nel 1953. Non fu mai permesso agli abitanti di ritornare ad abitare a Bir’am. È il paese di origine di quasi tutti i maroniti residenti in Israele, tra cui le nostre amiche Naheela, Rasha e Abeer che vennero in Africa con me nel 2013. Vicino c’è una bella sinagoga simile a quella bianca di Cafarnao.

21032013-DSC08511

Tzfat

Cittadina importante per la storia dell’Ebraismo, avendo ospitato numerosi eruditi trasferitisi in seguito dell’espulsione degli ebrei dalla Spagna nel 1492, immediatamente dopo la Reconquista e per essere uno dei principali centri di elaborazione intellettuale legata alla Kabbalah.

Ecco le foto:

album (70 foto)

Response code is 404

Tag:, , , , , , , , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.