Navigation Menu+

Le parole delle nostre sorelle a Gaza

Posted on 16 Novembre 2012 in Gaza | 0 comments

Proprio mentre anche a Gerusalemme sono arrivati dei missili per fortuna senza conseguenze, dalla striscia di Gaza è arrivata anche una lettera! Ci scrivono le religiose della famiglia Religiosa del Verbo incarnato che abitano là da quattro anni (nell’immagine di repertorio qui sopra ne vedete due, durante una festa per la nascita di Fouad ed Ester, due gemelli, scattata durante la nostra visita in aprile 2012). Stanno bene e chiedono di continuare a pregare. Eccone qualche stralcio:

Da domenica scorsa viviamo dei momenti di tensione nella striscia di Gaza, una situazione che si è aggravata dal pomeriggio di mercoledì 14 novembre. Gli attacchi e le risposte sono stati pressoché continui. Le attività si sono interrotte. Il Ministero dell’Educazione della banda di Gaza ha deciso che non ci sarà scuola per 72 ore. I commerci si sono fermati. La gente ha paura…Ieri non abbiamo avuto l’elettricità per tutta la giornata e tutta la notte, tuttavia al crepuscolo la gente ha spento tutte le luci nelle loro case a causa degli attacchi. Sembra che, paradossalmente, così si sentano più sicuri.

[…] La parrocchia è in una zona delicata e, grazie a Dio, stiamo bene. Le nostre case, sia quella dei sacerdoti come quella delle religiose, si trovano nella proprietà della parrocchia e della scuola e sono quindi in uno dei luoghi più sicuri. La sicurezza del posto è dovuta al fatto  che è un luogo ben conosciuto da tutti. Un luogo dove la violenza, di qualunque natura essa sia, non trova posto, un luogo dove si educa alla pace e dove si lavora per ottenerla. Siamo in attesa di vedere cosa succederà nelle prossime ore… Il nostro desiderio è di rimanere vicini a tanta gente, a tanti civili che soffrono innocentemente le conseguenze di questa situazione, in particolare i nostri cristiani. 

La lettera completa nel sito del patriarcato: Gaza – le prime testimonianze dalla parrocchia latina

Tag:, , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.