Navigation Menu+

palmizi per la pagoda e luterani

Posted on 24 Gennaio 2006 in Chiesa in Terra Santa, Spiccioli di vita in Terra Santa | 0 comments

Martedì 24 gennaio 2006

Oggi a messa conosciamo “liturgicamente” padre Jean Marie, che concelebra con p. Gianni. In Congo si parla francese quindi la sua pronuncia è perfetta, calda e musicale come tutti gli africani. Nel salutarci ci mettiamo d’accordo per un mio secondo intervento al suo PC. Mi sono ricordato della pennina USB che usava Lorenzo con il suo precende computer per le connessioni di rete.

Appena tornati da messa ci accorgiamo che Aissa ci ha lasciato alcune foglione di palma per la pagoda del nostro giardino. Visto che la cappella costa troppo, con la bella stagione pregheremo all’aperto. Tempo fa Lorenzo gli spiegò che per noi sono molto utili. Eccovi alcune imperdibili immagini della lavorata mattiniera:

Panoramica della pagoda che (chissà quando) verrà coperta con i palmizi


I palmizi, come vedete, sono molto aguzzi e taglienti. Mi ritrovo con diversi foroni nelle mani.

Ora abbiamo nel nostro angolino ben 20 palme. Pare non siano ancora sufficienti. Studiamo un paio d’ore e verso le 11 nuova visita dai passionisti. Rimango colpito positivamente dal vecchissimo pc apple di p. Sebastian. Un modello di 15 anni fa, ancora con dischetti e micro-schermo bianco e nero. Un pezzo da museo. La cosa soprendente è che Sebastian lo usa con agilità e classe: riesce a fare cose incredibili con ebraico, bibbie, lingue slave… Una bomba.

Invece il moderno toshiba di p. Jean Marie è un catorcio. La mia pennina blocca tutto. PAPEROGA!!! Resto inorridito dalla quantità di programmi inutili che sono installati. Freo se fosse qui proporrebbe una bella formattazione. Io non ne ho nè voglia nè tempo. Rimando a domani la pulizia.

Il pomeriggio andiamo alla preghiera ecumenica dai Luterani, nella chiesa del Redentore, vicina al S. Sepolcro. Qui ci sono ottime sedie in pelle e luci abbaglianti. La liturgia è meno calda ma a suo modo bella. L’organo fa da padrone.

La chiesa assomiglia a quella di S.Anna anche se molto più moderna.
Intravedete tra i fedeli una testa conosciuta?

Suor Duilia

e i pastori luterani

Alla fine della messa, come ieri, ci fermiamo al Sepolcro per il vespro.

Tag:, , ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.