Navigation Menu+

Pc, lego, cena tra amici

Posted on 9 Dicembre 2005 in Spiccioli di vita in Terra Santa | 0 comments

Venerdì 9 dicembre 2005

Considero la mattina “libera” dallo studio. Non abbiamo infatti lezione e Maha è impegnata con i bambini che non vanno a scuola. Mi rilasso lavorando al computer: aggiornare la cronaca e scrivere un po’ di email. Alle 11 andiamo dal Padre Passionista per la rete… (del nostro telefono ancora nessuna novità).

Lorenzo, ritornando prima di me a casa, prepara, come sempre, un pranzo straordinario: oggi a base di melanzane e pomodori al forno. Il piccolo Simon ci viene a trovare. E’ molto migliorato da quando è arrivato. Ora è affettuoso e cerca compagnia. L’abuna Lorenzo gli è particolarmente caro:

Nel primo pomeriggio raggiungo il gruppo dei bambini per giocare un po’ con loro. Un po’ di cortile e un po’ di lego. Mi esprimo in un meraviglioso manichino femminile che affiancato al bufalo-cervo di domenica scorsa fa un figurone. La mie amiche me li sottraggono per una foto vicina a quella torre di legno fatta da un altro bambino di cui non ricordo il nome:

Alle 16 i bambini partono per andare a Betanina, un quartiere-paese arabo tra Gerusalemme e Ramalla dove la parrocchia ha organizzato dei giochi per loro. Noi non partecipiamo perchè abbiamo in programma una cena dalla Raia! Appuntamento alle 18 30 a porta Jaffa. Andiamo prima al sepolcro per il vespro. C’è poca gente in giro. Anche in chiesa c’è tranquillità. Molte persone singole o coppie, in maggioranza etiopi, vengono per una breve preghiera al calvario. I colori della sera sono bellissimi. Le mura sono tutte illuminate. Ne approfitto per qualche foto in notturna:

Ebrei in ritorno dal muro del pianto per l’accoglienza del sabato, porta Jaffa e la torre della cittadella di Davide

La serata dalla Raia è speciale. Allo chef Alonzo è stato chiesto di prepare un ragù per una spaghettata all’italiana. Saranno presenti anche due amiche della Raia, madre (finlandese dell’età della nostra amica, rimasta vedova recentemente) e figlia (21 anni, alla fine del servizio militare). Ci sono tutte le premesse per una serata-fantozziana. Lorenzo non è entusiasta. Ma guardatevi, se ne avete voglia, questo video (è un po’ noioso…) per vedere come in realtà lui sia stato il vero mattatore della serata.

video (5’15” 10Mb)

Tag:, ,

«

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.